ITINERARI

VALTOPINA
Anticamente denominata La Cerqua della Valle del Topino, questo piccolo comune si sviluppa su un fondo valle piuttosto ristretto per poi risalire sia a destra che a sinistra del fiume, verso la bassa e media collina fino alle pendici del Monte Subasio e gli altipiani di Colfiorito. 
L’identificazione con la quercia (in dialetto Cerqua), albero sacro a Giove, non è casuale, ci sono infatti alcune località nel territorio che hanno denominazioni come Cerque Grosse, Fosso della Ghianda, Cerquerelle, inoltre la quercia è ancora molto presente nei fondi rustici fortificati da antiche centuriazioni romane.
Tra le radici delle querce nasce uno dei prodotti simbolo di Valtopina: il tartufo, raro e prezioso fa da protagonista ad una storica mostra mercato che si svolge nelle ultime due settimane di Novembre.  
Da ammirare sono i meravigliosi scorci di una natura ancora preservata che offre un’ampia possibilità di fare trekking, passeggiate ed escursioni sia in bici che a piedi (http://www.trekkingumbria.it/).
L’altro evento che da qualche decennio esalta questa piccola realtà Umbra è la Mostra del Ricamo a Mano e del Tessuto artigianale che accoglie espositori e ricamatrici dalle mani sapienti e si svolge i primi giorni del mese di Settembre (http://www.mostravaltopina.it/).

NOCERA UMBRA
Denominata Città delle Acque, Nocera Umbra è ricca di sorgenti dalle caratteristiche organolettiche uniche, le quali costituiscono una delle principali ricchezze dell’area nocerina.
Il territorio nocerino è situato alle pendici del Monte Pennino e si presenta quanto mai movimentato, dalla stretta valle del fiume Topino a quella più ampia ed aperta del fiume Caldognola si sale gradualmente fino all’altopiano di Collecroce, la vallata di Salmaregia e quindi al massiccio del Monte Pennino. Le valli, le dolci colline e le cime arrotondate dei monti, parzialmente coperte da boschi offrono un gradevole paesaggio che in primavera assume l’aspetto di tappeti naturali multicolori per le abbondanti fioriture.
La città è posta in modo centrale al territorio e si erge su uno sperone di roccia dove sorge il centro storico recuperato e ben conservato con piccole vie che seguono le linee di livello della collina e salgono fino all’antica Roccaforte che domina l’intero abitato. Da visitare la Torre Civica, il Museo Archeologico e la Chiesa di San Francesco-Pinacoteca e Chiesa di San Filippo oltre alle piccole frazioni come Salmaregia che  rappresentano al meglio questo territorio.
Al link  http://www.nocerainumbria.it/ troverete tutti gli eventi, manifestazioni, mostre e itinerari su Nocera Umbra.

ASSISI
Patrimonio dell’Unesco e città di San Francesco, dista circa 23 km percorrendo una strada panoramica che attraversa il Parco del Monte Subasio dove poter ammirare dall’alto di questa area naturale protetta la bellezza di tutta la valle. Può essere anche raggiunta da strada statale 3 con una distanza di 31 km circa. 
Da visitare i luoghi religiosi più importanti come la Basilica Papale di San Francesco D’Assisi, San Damiano, la Basilica di Santa Chiara, il Duomo di San Rufino, la Porziuncola a Santa Maria degli Angeli – dove il 1 Agosto si tiene la festa del Perdono -, l’Eremo delle Carceri, il Museo e il Foro Romano. È anche possibile immergersi nella natura del Bosco di San Francesco del FAI (Fondo Ambientale Italiano), in un viaggio tra natura, storia e spiritualità. 
Il Calendimaggio, nata come manifestazione per la ritrovata gioia di vivere dopo le lunghe e aspre giornate invernali e accogliere la primavera rendendole omaggio, nel tempo si è evoluta in una festa tra due fazioni della città che con una contesa rievocano i tempi del calendimaggio e si svolge nei primi giorni di maggio (www.calendimaggiodiassisi.com/).

SPELLO
Ai piedi del Monte Subasio si trova Spello (Hispellum in latino), definita da Cesare Splendidissima Colonia Julia.
Dista circa 10 km se si sceglie di percorrere la strada che costeggia il Parco del Monte Subasio, passando per Collepino, un piccolo borgo con casette in pietra in perfetto equilibrio con i boschi che lo circondano.
In alternativa si può percorrere la Strada Statale 3 per raggiungere Spello con una distanza di circa 20 km. 
L’Infiorata del Corpus Domini è uno degli eventi simbolo di Spello, durante il quale gli abitanti di Spello creano dei veri e propri dipinti a terra all’interno del borgo esclusivamente con elementi vegetali e floreali durante i primi quindici giorni di giugno (http://infioratespello.it/).

FOLIGNO
Si trova al centro della Valle Umbra e si sviluppa principalmente in pianura incorniciata da uliveti, vitigni e boschi, dista 20 km percorrendo la strada statale 3.
L’evento simbolo è la Giostra della Quintana, un torneo cavalleresco dove i dieci cavalieri dei Rioni della città si sfidano per la contesa del Palio. Un’atmosfera barocca con meravigliose scenografie che si svolge a giugno (Giostra della Sfida) e a settembre (Giostra della Rivincita).
www.quintana.it 

 

ALTRE METE DA VISITARE
Perugia, Spoleto, Bevagna, Montefalco, Trevi, Campello sul Clitunno, Gubbio, la zona della Valnerina con Cascia e Norcia e tanti altri piccoli borghi suggestivi di cui l’Umbria è caratterizzata.